Alessio Nicoletti, leader di Movimento Libero e Consigliere Comunale di Varese, interviene sulla mancata approvazione del PGT nei termini di legge.

“La mancata approvazione del PGT nei termini previsti dalla legge potrebbe avere ripercussioni gravissime sulla già difficile situazione economica di Varese. Auspichiamo che Regione Lombardia sappia sopperire alla disastrosa leggerezza con cui la Giunta Fontana ha affrontato l’intera vicenda negli ultimi sei anni. Ad oggi, infatti, si prospetta la decadenza dello strumento urbanistico vigente(Prg) senza avere ancora quello nuovo (Pgt). Stiamo parlando di un vero e proprio blocco dell’attività edilizia in città con tutte le conseguenze negative del caso. Abbiamo atteso, sperato ed auspicato che la Giunta Fontana sapesse raddrizzare una situazione che già a Gennaio pareva complicata e difficile. Così non è stato. Al di là delle determinazioni che Regione Lombardia saprà(lo speriamo vivamente) prendere, resta l’incoscienza con cui il governo cittadino ci ha portato ad un passo dal baratro, che potrebbe materializzarsi il 31 dicembre 2012. Una situazione inconcepibile e inaccettabile che ci porta oggi ad annunciare la nostra intenzione di chiedere durante la prossima seduta di Consiglio Comunale (20 dicembre) a tutti consiglieri comunali di minoranza ed ai consiglieri di maggioranza responsabili di sottoscrivere una mozione di sfiducia al Sindaco o, in alternativa, di provocare lo scioglimento del Consiglio Comunale con le dimissioni contestuali di diciassette consiglieri comunali. Siamo sicuri che un commissario prefettizio sarebbe meglio della Giunta  ”