Euro Bank Notes“Moneta complementare? Invitiamo pubblicamente Maroni a sperimentarla su Varese”.La richiesta arriva dal leader di Movimento Libero e Consigliere Comunale di Varese Alessio Nicoletti, che ricorda come, solo pochi mesi fa (27 Settembre 2012), il Consiglio Comunale di Varese abbia bocciato una sua mozione con la quale si proponeva proprio di introdurre una moneta locale, ribattezzata “Bosino”.

“La Lega Nord cittadina, insieme al Pdl ed al Pd, ha affossato in Consiglio Comunale la nostra proposta di istituire una moneta complementare a Varese. Proposta che poi abbiamo ritrovato, con un po’ di stupore, addirittura nei programmi di governo della Regione Lombardia del neopresidente Roberto Maroni.  Lo invitiamo pubblicamente a sperimentare l’introduzione della moneta complementare a Varese, sempre che riesca a convincere chi, anche e soprattutto del suo partito, solo pochi mesi fa non ha avuto nessuna remora ad affossare un’analoga iniziativa. Le monete locali sono strumenti di pagamento complementari che affiancano le valute ufficiali e sono utilizzate su base volontaria in determinati contesti locali da persone, esercizi commerciali, aziende unite da relazioni economiche, sociali, culturali e che scelgono di aderire al progetto. Non sostituisco la valuta ufficiale, rappresentando elusivamente uno strumento di scambio, utilizzati su base volontaria, con cui è possibile scambiare beni e servizi. Una caratteristica delle monete locali è la presenza di incentivi alla loro circolazione che possono realizzarsi come un costo per chi tiene ferma la moneta troppo a lungo o una svalutazione periodica, limitando così la funzione della moneta a mezzo di pagamento. Gli elementi positivi che derivano dall’introduzione delle valute locali non sono solamente di tipo economico, ma anche di tipo sociale. Insomma. Ci piacerebbe trasformare Varese in un punto di riferimento, un esempio da seguire, un modello da imitare.”