frontalieri1Leggiamo sul quotiano” La Prealpina” dell’ennesima trovata di un parlamentare svizzero della Lega dei  Ticinesi di “far pagare l’asfalto che consumano” i nostri frontalieri.  Insomma, un modo per proporre nuovamente una tassa d’ingresso ai tantissimi italiani, e varesini, che lavorano oltreconfine. Ovviamente, non possiamo che contestare con fermezza questa proposta, volta solo ad  “umiliare” i nostri lavoratori che tanto danno alla vicina Confederazione Elvetica.  Cosa direbbero gli amici svizzeri se proponessimo una tassa turistica “dedicata” esclusivamente a loro? E voi cosa ne pensate?

Alessio Nicoletti